feldenkrais

 

Metodo ideato e sviluppato da Ruthy Alon, insegnante israeliana Senior Trainer del Metodo Feldenkrais, che ha creato il programma Movement Intelligence, fondato sul metodo Feldenkrais.

Un sistema nuovo, straordinario, efficace, semplice di educazione somatica che mira a stimolare il rafforzamento del tessuto osseo e la riorganizzazione posturale attraverso il movimento.
Si lavora prevalentemente sulla consapevolezza del corpo e del movimento che è al tempo stesso mezzo e fine di questo metodo.
Il corpo apprende nuove modalità e nuove possibilità di muoversi e una più efficiente postura. La postura non viene intesa come rigida, immobile uno standard a cui mirare, bensì è intesa come allineamento “resiliente” e non statico, un allineamento capace di ri-trovare costantemente il proprio equilibrio, capace di portare il peso, di trasmettere la pressione/forza, di rispondere efficacemente agli stimoli, anche imprevisti, dell’ambiente esterno.
L’insegnante guida gli allievi con la voce e li conduce nella sperimentazione di movimenti semplici, piccoli, portando la loro attenzione alle sensazioni che man mano emergono dal corpo.
La straordinarietà e unicità di questo metodo risiedono sui presupposti che sono alla sua base:
– Non c’è un modello di movimento o di postura a cui aspirare, nella diversità che contraddistingue gli esseri umani ognuno sceglie il movimento e l’allineamento che è migliore per se stesso…. Si passa quindi da un modello di dualità giusto/sbagliato, corretto/errato, bene/male…. Ad un modello di unicità in cui ogni persona è al centro. In assenza di giudizio non si sperimenta più la “paura di sbagliare”. In questa nuova ottica l’allievo si dà la possibilità e la libertà di provare, sbagliare e riprovare. L’errore perde quindi la sua connotazione esclusivamente negativa. Questo crea nella persona una peculiare fiducia nella propria capacità di “apprendere” e trovare in sé stessa una soluzione non dicotomica, ma congruente, endogena, funzionale.
– Piacevolezza dei movimenti, principio “less is more”, richiamo diretto al principio del minimo sforzo del metodo Feldenkrais, la mente nel piacere (e in un ambiente sicuro, protetto) …apprende…..
– Apprendimento organico. Secondo la definizione di Wikipidia “L’apprendimento è un cambiamento relativamente permanente che deriva da nuova esperienza o dalla pratica di nuovi comportamenti, ovvero una modificazione di un comportamento complesso, abbastanza stabile nel tempo, derivante dalle esperienze di vita e/o dalle attività dal soggetto. Esso è dunque un processo “esperienziale”: le nostre esperienze, compresa l’attuazione di nuove attività, possono infatti influenzare significativamente le nostre connessioni neuronali e quindi le nostre strutture cerebrali.” L’apprendimento in questa disciplina non è lineare, accademico, è basato sull’esperienza, sulla sperimentazione. Il corpo fa esperienza e apprende. Il corpo fa esperienza del cambiamento. Questo ha una eco enorme, poiché partendo dal presupposto dell’unità mente-corpo dell’uomo, l’apprendimento del corpo si riflette sulla mente, ha un effetto diretto sulla plasticità del nostro cervello….e quindi, come si può ben comprendere, la risonanza di questo metodo va ben oltre la pratica corporea….
Nel BONES FOR LIFE il movimento diviene materia privilegiata di ricerca per aiutare lo sviluppo della persona nella sua interezza di corpo, mente e spirito.
Merita una riflessione il fatto che il Bones for Life lavora principalmente sulle “ossa”, ovvero sull’impalcatura del nostro corpo che, ritrovando il loro naturale allineamento, come le tessere di un “domino”, trasmettono la pressione, la forza, i nutrienti e, se ci si vuole addentrare in ambiti più sottili, l’energia. In antitesi con le “tendenze” del momento che si soffermano soprattutto sulla forma … con il BFL si lavora sulla struttura portante, senza la quale l’uomo non potrebbe nemmeno mantenere la propria posizione eretta…..
Questo metodo restituisce a ciascun individuo un ruolo attivo nell’apprendimento, nel self-improvement e, e sotto certi aspetti, nell’auto-guarigione.

Mi preme sottolineare che questo breve articolo di Introduzione al Bones for Life non vuole essere assolutamente esaustivo, ma vuole solo dare una indicazione di che cos’è questo metodo. Sottolineo, inoltre, che quanto riportato sopra deriva sicuramente dalla mia formazione, ma soprattutto dalla mia esperienza. Solo facendo esperienza in prima persona di questa disciplina, sul proprio corpo, sulle proprie cellule se ne può comprendere appieno l’efficacia e le potenzialità.
Sono un’entusiasta del BFL e ho raccolto l’invito di Ruthy Alon a divulgare questo metodo…perché mi chiederete….unicamente perché è uno strumento semplice per far stare bene me stessa e gli altri!!!
Chiudo con una citazione molto bella di Moshe Feldenkrais: “Il movimento è vita. Se migliori la qualità dei movimenti migliori la qualità della vita.”

Daniela Guerra
Insegnamente Bones for life

PER PRENOTAZIONI:
Daniela Guerra 347 5533661 email: daniela.war6@gmail.com
Centro Nuova Era 338 4173351 email: info@centronuovaera.it

Leggi articolo completo OPEN SESSION di BONES FOR LIFE che trovi sul sito Centro Nuova Era del circuito di operatori olistici www.holystica.net

Leggi l'articolo originale ...